Le patate alcune ricette sfiziose

Quante patate ci sono in circolazione? Tante! E quante sono le ricette? Ancora di più. Questo perché non solo ci sono tante versioni e varianti dello stesso ortaggio, bisogna anche considerare che alla fine dei conti ogni versione ha un sapore ed una qualità di assorbire ed associare altri sapori in maniera drasticamente differente. Ogni patata è indicata per una ricetta specifica, proprio perché hanno tante variazioni nella consistenza e sapore.

Mettiamo però che non si ha in mente nulla al momento per cuocere qualcuna di queste patate. Ecco qualche idea con il quale si può iniziare ad avviare la vena creativa in cucina:

Con le patate dolci: i “Pancake” fatte con la patate dolci possono essere uno snack sfizioso da mettere a disposizione con poco impegno. Tutto quello di cui avete bisogno sono delle patate dolci da tagliare a fette sottili. Aggiungete per ogni fetta un po’ di burro (o olio d’oliva) ed una guarnizione aggiuntiva a vostra scelta, anche se non deve essere nulla di troppo eccessivo. Ad esempio, del parmigiano può andare ottimamente, magari con un po’ di pepe ed un pizzico di sale. Assicuratevi di avere una teglia con degli spazi ideali (magari per cupcake) nel quale infilare questi pancake durante la preparazione. Se appaiono alti non spaventatevi: durante la cottura rimpiccioliranno un po’. Infornate il tutto ed attendete finché queste non diventeranno sottili e croccanti.

Con le patate a pasta gialla: le vere sfoglie di patatine. Vi siete sempre chiesti come si può ottenere le autentiche patatine, come quelle che si può trovare nelle buste? In realtà il discorso è molto semplice. Tutto quello che dovete usare è sempre il pelapatate. Una volta rimossa la buccia, continuate a pelare la patata. Il risultato sarà delle sfoglie molto sottili. Fate cadere queste sfoglie in un contenitore pieno d’acqua fredda, ben salato, nel quale farete disperdere l’amido della patata. Fate passare almeno un quarto d’ora, dopodiché togliete le patate dall’acqua. Assicuratevi che siano almeno un minimo asciutti e metteteli pure nell’olio bollente. Il tempo di cottura è piuttosto ridotto in questo caso.

Con le patate a pasta bianca: purè alla noce moscata. Prendete 4-5 patate di medie dimensioni e mettetele a bollire. Potete nel caso già sbucciarle, ma fate caso che le patate a pasta bianca tendono a sfaldarsi subito se prese in maniera brusca una volta lesse – altrimenti potete sbucciarle a mano in successivo. Una volta che queste sono pronte, schiacciatele per bene ed aggiungete della noce moscata, non in maniera abbondante, abbastanza per farne sentire il sapore. Girate il purè per mescolare la spezia, per poi mettere il tutto in una padella con un tocco d’olio d’oliva. Fate abbrustolire per bene il tutto, e alla fine della doratura aggiungete pure del parmigiano.

Queste sono perciò alcune idee che potete sfruttare, ma non fermatevi ovviamente solo a ciò che diciamo, provate anche voi qualcosa di nuovo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *